Controverso al Catania Film Fest: Day Four

2' di lettura

Proprio ieri sera si è tenuta, presso il MA Catania, la cerimonia di premiazione del 7° Catania Film Fest – Gold Elephant World Awards 2018.

A partire dalle ore 18:00 sono stati proiettati i cortometraggi in gara, seguiti da un film “fuori concorso”, omaggio al racconto “Una relazione per un’Accademia”, di Franz Kafka.

Due giurie, una composta da una delegazione di giovani studenti liceali e universitari; e una di qualità, composta dalla regista Antonietta De Lillo; dall’attrice Valentina Lodovini e dal produttore Roberto Cipullo, sono state chiamare a giudicare e votare i miliori corti e i migliori lungometraggi in gara.

 

I cortometraggi “in concorso”:

  • Il Bibliotecario (Fabrizio Di Giovanni)
  • Cecilia’s Affair (Fabio Fagone)
  • 08 Giugno ’76 (Gianni Saponara)
  • L’Ombra Selle Muciare (Marcello Mazzarella)
  • Come Back (Alessio Liguori)
  • A Volte Dio (Luigi Fedele)
  • Bitchboy (Mans Berthas)
  • Fuecu e Cirasi (Romeo Conte)
  • Nel Suo Mondo (Cristian Scardigno)
  • First In First Ouyt (Sacha Ferbus)
  • Il Bacio (Adriano Candiago)
  • Framed (Marco Jemolo)
  • Sono Un Supereroe (Nino Giuffrida)
  • Anniversary (Angelica Germanà Bozza)
  • L’Avenir (Luigi Pane)

 

I lungometraggi “in concorso”:

  • Senza Fiato (Raffaele Verzillo)
  • Blue Hollywood (Francesco Gabriele)
  • Chi Salverà Le Rose (Cesare Furesi)

 

Alle ore 20:30 si è dato inizio alla cerimonia di premiazione che è stata aperta ufficialmente dal brano ‘Specchi Rotti’ di Alice Caioli, cantante siciliana, vincitrice del Premio della critica Sala Stampa Lucio Dalla a Sanremo 2018.

I vincitori per la categoria Miglior Cortometraggio Europeo Indipendente sono stati:

  • Anniversary di Angelica Germanà Bozza, per la giuria di qualità
  • Framed di Marco Jemolo, per la giuria giovani

I vincitori per la categoria Miglior Film Europeo Indipendente sono stati:

  • Senza Fiato, di Raffaele Verzillo, per la giuria di qualità
  • Blue Hollywood, di Francesco Gabriele, per la giuria giovani.

 

Inoltre, nel corso della serata, sono stati assegnati anche altri premi:

  • Miglior Colonna Sonora: ‘Io Sono Un Supereroe’ degli Archinuè (Io Sono Un Supereroe)
  • Miglior Atrrice Protagonista: Donatella Finocchiaro (08 Giungo ’76)
  • Miglior Attore Non Protagonista: Lando Buzzanca (Chi Salverà Le Rose)
  • Premio Gold Elephant Wolrd 2018: Caterina Murino (Chi Salverà Le Rose)
  • Premio Speciale: Fabio Boga (Cecilia’s Affair)
  • Premio Speciale: Angelica Germanà Bozza
  • Premio Speciale: Francesco Gabriele

E due menzioni speciali, rispettivamente per il lungometraggio ‘Chi Salverà Le Rose’ di Cesare Furesi e per il cortometraggio ‘Fuecu Cirasi’ di Matteo Conte.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Vito Damigella

Vito Damigella, 22 anni. Sognatore di professione, personal trainer, filmaker indipendente e amante della settima arte.

Diplomato presso il Liceo Classico "C. Marchesi", porta avanti la sua passione per il cinema sul suo canale youtube "VStudios" in qualità di regista, attore, doppiatore e sceneggiatore; mentre, nel tempo libero, prosegue gli studi in ambito universitario.