MOTORSPORT: MOTO GP- MARQUEZ STRAVINCE AD AUSTIN; SUPERBIKE- LE KAVASAKI VINCONO SIA IN GARA 1 CHE IN GARA 2 AD ASSEN

2' di lettura

Moto gp: il gran premio di Austin lo vince uno strabiliante Marc Marquez, seguito da Vinales (Yamaha) e Iannone (Suzuki). Il pilota spagnolo vince per la sesta volta consecutiva ad Austin. Inizio gara, Iannone parte benissimo ed è al comando, seguito da Marquez. Lotta tra i primi cinque, Marquez, Iannone, Vinales, Cruthchlow e Rossi. A metà gara le Ducati recuperano un po’ di terreno e si piazzano in settima e decima posizione.  A 8 giri dal termine, lotta per la quinta posizione tra Zarco e Dovizioso, mentre Marquez in ottima forma scappa, seguito da Vinales, Iannone e Rossi. A 4 giri dal termine Miller sorpassa Lorenzo, che passa in undicesima posizione, ma Dovizioso sorpassa Zarco e si ritrova in quinta posizione. Negli ultimi giri Iannone cerca una esasperata rimonta su Vinales, ma non ci riesce e chiude in terza posizione, inoltre interrompe la scia negativa fuori dal podio, che durava da ben 525 giorni, da Valencia 2016.

Top 10 : Marquez (Honda), Vinales (Yamaha), Iannone (Suzuki), Rossi (Yamaha), Dovizioso (Ducati), Zarco (Yamaha), Pedrosa (Honda), Rabat(Ducati), Miller(Ducati), Espargarò(Aprilia).

 

SUPERBIKE Gara 1. Jonathan Rea vince la gara 1 ad Assen. Il pilota della Kawasaki mette in bacheca la sua terza vittoria stagionale con una spettacolare prestazione, l’ottava consecutiva su dodici gare sul tracciato olandese. Eguagliato lo storico record di Carl Fogarty. Non è stato facile comunque per il pilota nordirlandese, costretto a respingere gli attacchi di Van Der Mark (Yamaha) e di Chaz Davies (Ducati), secondo e terzo. La griglia ha regalato una bellissima partenza, con cinque team diversi ad occupare le prime cinque posizioni. Rea ha sopravanzato subito Alex Lowes (Yamaha), anche se a prendere la testa della gara per un pò è stato Xavi Fores (Barni Racing Team). Comunque, alla fine del primo settore, c’era di nuovo Rea al comando.
Nel frattempo Chaz Davies, è risalito fino alle posizioni davanti . Si è ingaggiata la lotta con i primi tre piloti, Davies era attaccato a Rea ma non è mai riuscito a passarlo. Il duello tra Van Der Mark e Davies ha favorito Rea, che è riuscito a mettere spazio tra sè e gli inseguitori negli ultimi giri, anche se il vantaggio non è mai andato oltre il secondo. Alle spalle dei primi tre, Tom Sykes (Kawasaki), Xaxi Fores e Marco Melandri.

Top 10: Rea(Kavasaky), Van Der Mark(Yamaha), Davies(Ducati), Sykes(Yamaha), Forés(Ducati), Melandri(Ducati), Baz(Bmw), Mercado(Kavasaki), Torres(MV Agusta), Razgatlioglu(Kavasaki)

 

Gara 2. Tom Sykes con la sua Kavasaki ha vinto gara 2 del Gp d’Olanda, quarta prova del mondiale Superbike. Il britannico ha preceduto sul podio Jonathan Rea (Kavasaki), vincitore in gara 1. È la 34° vittoria in carriera, inoltre ha interrotto il suo digiuno da vittorie che durava da Misano 2017. In terza posizione Van Der Mark (Yamaha). Quarto Xavi Fores (Ducati) e a seguire Chaz Davies (Ducati) piuttosto lento in questa occasione e sesto Jordi Torres (MV Augusta). Marco Melandri (Ducati) non è andato oltre la settima posizione. Decimo Lorenzo Salvadori con l’Aprilia. In classifica Rea allunga su Davies.

 

Top 10: Sykes(Kavasaki), Rea(Kavasaki), Van De Mark(Yamaha), Fores(Ducati), Davies(Ducati), Torres(MV Agusta), Melandri(Ducati),Baz(Bmw), Razgatlioglu(Kavasaki), Savadori(Aprilia).

 

 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Carmelo Schillaci

Nato a Cuneo il 15/01/2001. Frequenta il quinto anno del liceo "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
"Gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini"
Giovanni Falcone