POP UP MARKET SICILY

2' di lettura

Ieri, sabato 28 aprile, si è tenuta a Catania, in “Via Dusmet” l’iniziativa attiva dal 2012 e itinerante a livello regionale del POP UP MARKET SICILY.

Via Dusmet era tutta agghindata per l’occasione, infatti, la strada che di mattina diventa sede del mercato del pesce cittadino “a piscaria”,  di sera si è trasformata in un corso pieno di luci colorate che illuminavano i volti, in maniera bizzarra, delle persone che camminavano rilassate tra i profumi, i colori e la musica del mercatino.

Il calendario dell’iniziativa è brevissimo, iniziato la mattina del 28, finirà stasera, domenica 29, alle ore 2:00 della notte. L’idea somiglia molto ai tanti mercatini che si tengono regolarmente nella nostra città e dintorni durante il periodo che va da Halloween al giorno dei Morti; da Natale a Capodanno; dal 3 al 6 febbraio per la festa della Santa Patrona (S.Agata), disseminando un’allegria di breve durata ma, in quei pochi attimi, estremamente accogliente e familiare per tutti coloro che passeggiano tra le bancarelle. Tuttavia, la POP UP non è una semplice summa di bancarelle random, bensì un ritrovo rilassante per ogni tipo di persona, dal bambino che sgranocchia delle caramelle, all’anziano con il bastone che passa quasi per caso  guardando il tutto con aria incuriosita ma un po’ arcigna.

copyright: popupmarketsicily

Le bancarelle offrono prodotti in prevalenza vintage come giacche in pelle di seconda mano, pantaloni coloratissimi in pieno stile hippie o di denim in pieno stile Bee Gees, borse fatte a mano, tazze e magliette realizzate secondo i gusti di ciascuno, vasi con piccole piantine con tantissimi detti siciliani.

Ancora, libri, cd, vinili, monili realizzati in pietre dure, in ceramica o in caucciù,  bancarelle di pittori e ritrattisti emergenti, sembra esserci spazio per tutti i gusti. Ed è proprio il gusto, in verità, a dettare le regole, poiché sono molti gli stand di prodotti siciliani tipici quali arancini, tavola calda, hamburger, cassatelle, cannoli e tanto altro che diventano sempre più “street food” ma senza mai perdere la loro particolarità e golosità agli occhi dei turisti e degli stessi cittadini.

Interessante inoltre, la musica. Durante il giorno per diverse ore si alternano dj producer, gruppi musicali o musicisti isolati, privilegiando musica alla console, ma anche jazz, techno e house. Molte persone sembrano non resistere a questa musica improvvisata e iniziano a ballare proprio lì, in mezzo alle bancarelle, fondendo il suono con la meravigliosa scenografia di luci, odori e fiori che svolazzano nell’aria dagli alberi di Villa Pacini (adiacente al mercatino) rendendo il tutto ancora più vivido.

Dj Dario Aiello, alla batteria Andrea Normanno, al piano Mattia Pedretti

La creatività culturale, la voglia di sponsorizzare la nostra regione e i prodotti locali  mette in movimento tantissimi artisti e musicisti da ogni parte della Sicilia, in prevalenza giovani talentuosi, per dare una sempre maggiore rilevanza alle bellezze che questa terra, dominata dal vulcano più alto d’Europa, ha da offrire.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Giulia Giardina

Nata a Catania, il 23/09/1998 si é diplomata presso il Liceo Classico statale "M. Cutelli". Studentessa di Lettere presso L'università degli studi di Catania.