L’arte d’esistere

2' di lettura

 «Un uomo ha bisogno di fare la sua provvista di sogni.»  

Questa fantastica frase di Josè Saramago ha il potere di tirar fuori il vero significato dei sogni: il motivo della vita umana.

I sogni non sono soltanto qualcosa in cui credere e basta, sono di più. I sogni sono il motivo della nostra esistenza, ma di più, di più. I sogni sono quella cosa che differisce la vita tra me e un altro uomo, sono il motivo della nostra audacia, della nostra battaglia contro la vita. Abbiamo bisogno di sogni per continuare a vivere, ognuno di noi ha un naturale bisogno: essere felice.

Epicuro, rivolgendosi alla felicità dice: «una ferma conoscenza dei desideri fa condurre ogni scelta o rifiuto al benessere del corpo e dell’animo e quindi alla felicità». Per raggiungere la felicità si ha bisogno di conoscere i propri sogni, desideri; bisogna conoscere sé stessi.

Se i sogni non esistessero, l’umanità sarebbe uno stereotipo definito già in partenza e di conseguenza il sole smetterebbe di brillare, la luna smetterebbe di affascinarci, la terra, il mondo non avrebbe più senso.

L’amore è il motore di tutto: l’amore per la musica, l’amore per l’arte, l’amore per la danza; ognuno di noi vorrebbe diventare qualcuno e non uno qualsiasi. Proprio con la forza dall’amore si nutrono i sogni, che a loro volta spingono a realizzarci: a raggiungere la felicità.

La felicità non è una cosa semplice e definibile, essa si trova e ci trova sempre, in qualsiasi circostanza.

Essa non si trova conservata in un libro, in un cassetto qualsiasi, in vecchio mobile riposto; si trova dentro di noi, nei cassetti della nostra anima: proprio dove sono riposti i nostri sogni, i nostri desideri. E’ prendendo in mano un sogno e facendo di esso realtà che si raggiunge la felicità. La felicità non è duratura bensì passeggera, ecco perché si ha bisogno di più sogni, di più carburante per alimentare la fiamma della felicità e non dobbiamo mai permettere a nessuno di soffocarla. La felicità è costosa di sacrificio per essere oppressa da qualcuno o qualcosa. Nemmeno il tempo è in dovere di fermare la nostra ricerca, la nostra lotta per l’avverarsi dei sogni: «mai si è troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi dell’animo nostro», continua Epicuro.

Il tempo restituisce tutto a tutti, al solo patto che questi a tutto si da’.

Per bisogno naturale, l’uomo non può stare sempre con i piedi per terra: ha bisogno di volare, volare via e approdare nei sogni.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Alessio Di Carlo

Nato a Siracusa, il 26/06/1997.
Studente di Filosofia presso l'università degli studi di Catania.

Curioso e aperto verso ogni forma di cultura.