MOTO GP: le Ducati stravincono al Mugello.

2' di lettura

Jorge Lorenzo interrompe il digiuno di vittorie durato 23 gare vincendo il Gran Premio d’Italia. È la sua 45° vittoria in Moto GP e la prima in veste di pilota Ducati, stando dall’inizio della gara alla fine sempre in prima posizione e dettando il ritmo gara. Il pilota spagnolo arriva al traguardo seguito da un tricolore italiano formato da Dovizioso, Rossi e Iannone.

La gara incomincia  l’ottima partenza di Lorenzo, il quale supera Rossi e si porta in prima posizione, nelle retrovie Marquez con sorpassi azzardati, raggiunge la terza posizione. Tutto questo è seguito da una serie di cadute da parte di Pedrosa, Nakagami, Abram, Redding e Miller. I piloti di testa continuano a macinare chilometri con lotte fra di loro, Rossi con Marquez e Iannone con Petrucci. Dovizioso riesce a trovare confidenza con la moto e riesce a recuperare terreno, nel frattempo Marquez carica troppo sull’anteriore, scivola e ferma la sua caduta grazie alla ghiaia, ma riparte subito dopo. Grazie a questa caduta Dovizioso si motiva ancora di più e a furia di sorpassi arriva dietro a Lorenzo, in seconda posizione. Dietro le Ducati, ci sono sempre Rossi, Iannone e Petrucci che lottano tra di loro per la terza posizione, ma a metà gara si aggiunge anche Rins su Suzuki. Marquez dopo la caduta continua la sua gara dietro Morbidelli in 17° posizione, ma non lo impensierisce per niente. Al giro 21, Petrucci va largo e finisce dietro a Crutchlow in settima posizione. All’ultimo giro, Dovizioso ha un problema con la sua Ducati e perde decimi su decimi, ma riesce a chiudere la gara davanti a Rossi in seconda posizione. Con la seconda posizione del pilota abruzzese, la Ducati torna a fare una doppietta in Moto GP, l’ultima risale al 2017, nel GP della Malesia. Invece per Marquez continua la sfortuna del Mugello, è la terza volta consecutiva che nel circuito toscano, non prende nemmeno un punto.

Top 10: Lorenzo (Ducati); Dovizioso (Ducati); Rossi (Yamaha); Iannone (Suzuki); Rins (Suzuki); Crutchlow (Honda); Petrucci (Ducati); Vinales (Yamaha); Bautista (Ducati); Zarco (Yamaha).

Ritiri: Redding (Aprilia); Pedrosa (Honda); Abraham (Ducati); Miller (Ducati); Luthi (Honda);  Espargaro (Aprilia).

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Carmelo Schillaci

Nato a Cuneo il 15/01/2001. Frequenta il quinto anno del liceo "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
"Gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini"
Giovanni Falcone

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.