Cronache di un Roland Garros (quasi) scontato

2' di lettura

Tutto come da programma finora, tranne qualche sorpresa…

Il 22 maggio 2018 è ufficialmente iniziato il Roland Garros, l’open di Francia. Ovviamente il personaggio più atteso era Rafael Nadal, colui che ne ha vinti ben dieci ed ha ancora voglia di affermarsi come protagonista. Per lo spagnolo nessun problema durante le fasi iniziali del torneo, come da copione insomma. Nell’ ultima partita ha distrutto per la sedicesima volta in carriera Richard Gasquet, riuscendo ad aggiudicarsi l’ingresso agli ottavi di finale. Nadal giocherà lunedì negli ottavi (raggiunti per la 13esima volta in 14 partecipazioni) contro il tedesco Maximilian Marterer che ha lasciato appena 7 game al lucky loser Juergen Zopp: 6-2 6-1 6-4 lo score in un’ora e 39 minuti.

La sorpresa ad oggi è tutta italiana, Marco Cecchinato infatti è riuscito ad entrare nei quarti di finale. Una favola la sua, non si può definire in altro modo. Ragazzo di origine palermitana, Marco fino a due mesi fa era impegnato perlopiù sui tornei Challenger che su quelli Atp, ed oggi invece è riuscito a battere pure il belga Goffin, testa di serie numero otto del Roland Garros. Martedì dovrà affrontare la grande sfida contro Novak Djokovic, un match che non è per niente scontato vista l’enigmatica forma fisica del serbo, ma soprattutto viste le straordinarie performance che sta offrendo Cecchinato.

Un’altra sorpresa tutta italiana è il percorso fatto da Fabio Fognini. Dopo un match difficile e quasi interminabile, il tennista ligure è riuscito a battere il britannico Kyle Edmund per 6-3, 4-6, 3-6, 6-4, 6-4 in 3 ore e 34 minuti. Un successo che lascia ben sperare, ed a confermarlo sono proprio le parole dello stesso Fognini: “Sono felicissimo e mi sento molto stanco. Sono felice per essere di nuovo agli ottavi in quello che è sicuramente il mio Slam preferito. Spero ora di riuscire a recuperare, è fondamentale: farò tutto il possibile per farmi trovare pronto”.

Non è ancora arrivato il momento di fare pronostici, fin qui l’unica certezza è che per la prima volta dal 1976, l’Italia qualifica due giocatori agli ottavi di finale del singolare maschile del Roland Garros. Per riuscire ad identificare con più sicurezza il possibile vincitore bisognerà attendere ancora un po’, da controllare perlopiù le condizioni fisiche di Alexander Zverev che ha faticato, e non poco, per riuscire ad arrivare ad i quarti di finale. Intanto Nadal continua il suo percorso, probabilmente inarrestabile, verso la vittoria dell’undicesimo Roland Garros ed un ulteriore conferma del primo posto nella classifica Atp.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Leonardo Mascali

Leonardo Mascali. Nato a Catania il 03/10/1998, diplomato al liceo scientifico Concetto Marchesi di Mascalucia, oggi studente presso il dipartimento di Giurisprudenza di Catania.
Scrivo per passione: molte volte tramite la scrittura di certe avventure si trasmettono emozioni che vale la pena ricordare.

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.