Sorelle d’Italia

Le azzurre di Milena Bertolini hanno conquistato la qualificazione vincendo la settima partita consecutiva.

1' di lettura

Finalmente, c’è un’Italia che va al Mondiale!

La Nazionale di calcio femminile ha ottenuto la qualificazione ai Mondiali del 2019 dopo aver battuto 3-0 il Portogallo nella penultima partita delle qualificazioni europee. Nella storia del calcio femminile italiano, la Nazionale ha partecipato a sole due edizioni dei Mondiali, l’ultima delle quali nel 1999. La vittoria ottenuta venerdì sera  ha quindi riportato l’Italia nel più importante torneo internazionale dopo vent’anni di assenza. 

All’Artemio Franchi di Firenze, davanti a circa 6.500 spettatori, ad aprire le marcature, sugli sviluppi di un’azione d’angolo, è stata al quarto minuto Cristina Girelli, bomber in forza al Brescia che nella stagione appena conclusa ha segnato 17 gol in 23 partite con il suo club. 

Il risultato viene blindato già al decimo minuto grazie a Cecilia Salvai, difensore della Juventus neo Campione d’Italia. Nel recupero è arrivato anche il 3-0 firmato da Barbara Bonansea con un tiro da centro area su assist della Girelli.

Un risultato straordinario, che certifica la crescita del movimento del calcio femminile.

Una notte che le nostre ragazze ricorderanno, forse per sempre. Qualcuna piange per la gioia. Sono lacrime di chi, sin da quando era bambina, sperava di realizzare il sogno di ogni calciatrice e finalmente ce l’ha fatta. Un sogno difeso con mille sacrifici, ma senza alcun rimpianto: 7 vittorie su 7 e volo prenotato per Francia 2019. 

“Queste ragazze ci hanno dato una grande soddisfazione – esulta il c.t. Milena Bertolini -. Sono state fantastiche, perché in questi dieci mesi si sono allenate con motivazione, voglia e intensità, e volevano questo Mondiale. Sono felice per loro, ma per tutto il movimento del calcio femminile. Questo ripaga i tanti sforzi fatti”.

 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Andrea Carbonaro

Nato a Catania, il 21/10/96.
Diplomato presso il Liceo Classico "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
Studente presso l'Università degli Studi di Messina, facoltà di Medicina e Chirurgia.

Sempre controcorrente, mai controcuore.

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.