La salsa greca

2' di lettura

La Grecia: terra di miti e di eroi. Valorosi guerrieri forti e robusti che combattevano mostri, titani e divinità con fattezze umane e dai poteri mistici che influenzavano la vita dell’uomo secondo il loro egoistico volere. Terra dell’Olimpo, casa degli Dei e casa del primo Don Giovanni della storia: Zeus (o Giove che dir si voglia), colui che ha avuto rapporti sessuali con la qualunque dando alla luce uomini semi-dei, uomini semi-titani, uomini semi-animali, uomini semi-donne e donne semi-uomini, uomini semi-pesce e pesci semi-uccello, per un terzo cinese e per un quarto africano.  Pensate addirittura che una volta si tramutò in toro ed ebbe rapporti con una donna (origini del minotauro). 

Ma noi non siamo qui per parlare del grande scopaiolo che era il padre degli Dei, ma dell’aspetto culinario della cultura Greca. E sapete che cosa ci hanno tramandato i famosi progenitori di Achille ed Eracle? La salsa Greca. I Greci, nel corso del tempo, hanno copiato tutta la cucina fino ad allora progredita, ma, essendo dei grandi mangioni, condivano la qualsiasi con la qualunque. Inventarono ogni tipo di salsa. Mischiavano di tutto e creavano questi “unguenti” con base di miele e aceto per condire la carne. 

Andate in un museo ed ammirate le bellissime sculture in marmo ritraenti adoni muscolosi con addominali e pettorali che Schwarzenegger in confronto “può accompagnare solo” (cit. presa dallo Zanichelli 2018) e ditemi come potessero avere un fisico del genere con una dieta composta di salse dolci e unte come poche, condite prevalentemente con grasso animale, olio, zucchero e yogurt. Lo Yogurt! Ecco che cosa hanno prodotto: lo yogurt! 

Parleremo dello yogurt, tranquilli, ma prima, sul serio, ditemi se è possibile mantenere corpi del genere alimentandosi in tal modo. Io ne dubito fortemente.

Comunque sia, tornando allo Yogurt: questo latticino venne prodotto per errore da un pastore accusato di aver fatto andare a male il latte ed averlo lavorato male. Il pastore, per far sì che chi non fosse a conoscenza dell’accaduto non apprendesse del suo sbaglio, iniziò a mangiare con la sua famiglia il prodotto, considerato andato a male. Be’, le conseguenze le conosciamo: quella roba andata a male è, tutt’oggi, fra i principali prodotti venduti al banco frigo. 

“E che cosa c’entra la Salsa Greca?”, direte. Abbiamo detto che i Greci amavano le salse no? Ecco, lo yogurt iniziò a spopolare in tutta la penisola ellenica e quindi quei furbastri dei greci ne approfittarono per creare una salsa a base di yogurt. La salsa greca, il cui nome originale è salsa tzatziki, è composta da Yogurt, aglio e cetriolo. Ha un sapore fresco e medio-forte. In alcune zone della penisola ellenica(prevalentemente nel sud) sono soliti aggiungere la menta. (Magari agli inizi la usavano come dentifricio. Non mi stupirei.)
Viene usata maggiormente come condimento della pita (un tipo di pane piatto lievitato, rotondo, a base di farina di grano) o su spiedini di maiale o anche con salmone e verdure fritte. Insomma, il nettare degli dei che sta bene su tutto!

Et voilà madam&messeire la Salsa Greca in tutto il suo grasso, robusto e aromatizzato sapore!

VENI, VIDI, COQUINAVI!

PS: Sono l’unico a notare una forte somiglianza tra la vita sessuale di Zeus e il cibo Greco? 

Chef Davide

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Davide Laudani

Mi chiamo Davide Laudani, sono Catanese e faccio il cuoco.
Il motivo per cui amo il mio lavoro è perché rendo felici le persone.
Se siete a tavola ed il cibo è buono, l'atmosfera cambia.
Il cibo buono sazia l'anima e rende tutti contenti.
Quindi rendo la gente felice!

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.