Federica Rigoli: il coraggio di non mollare mai.

3' di lettura

Federica Rigoli è stata concorrente della scuola di Amici 13: è una delle ballerine approdate al Serale del talent show, condotto da Maria De Filippi,  nel 2014.  Anzi la ballerina, perché Federica è stata l’unica rappresentante donna della categoria danza. 

Nata a Catania, Federica Rigoli ha coltivato la sua passione per la danza nel corso degli anni, senza peraltro trascurare gli studi, condotti presso il Liceo Scientifico Concetto Marchesi di Mascalucia. Una passione che l’ha spinta a frequentare una scuola di danza, la Blueverse Dancing Company, rifinendo le doti naturali dimostrate con grande generosità sin da piccola. Dopo il conseguimento del diploma ha deciso di proseguire gli studi e di iscriversi all’università, optando per la facoltà di Scienze motorie. 

L’artista è nulla senza il talento, ma il talento è nulla senza il lavoro”, così diceva Émile Zola, ed è proprio vero.
Anno 2014: Federica entra nella scuola di Amici, l’accademia televisiva che dà spazio ai giovani che cercano di emergere nella danza e nel canto. Sembra andare tutto bene, il sogno di una vita, ma la fortuna non è stata clemente con la ballerina: non solo ha dovuto abbandonare la scuola di Amici di Maria de Filippi durante la terza puntata serale, ma l’ha dovuto fare per un infortunio che l’ha tenuta ferma per un po’ di tempo.

Di certo non è bastato questo a fermare Federica, ragazza determinata e con la capacità di superare ogni ostacolo mettendoci il cuore. Dopo l’esperienza al talent show, ha proseguito la sua carriera di ballerina ricevendo numerose proposte di lavoro sempre in televisione, che le hanno permesso di continuare a fare ciò che più ama: danzare. 

Abbiamo avuto la possibilità di intervistare Federica: 

Ciao Federica. Come nasce questa tua passione per la danza? 

Sin da piccola, la mamma mi comprò il primo paio di scarpette, che una volta indossate non sono più riuscita a togliere.

È grazie ai miei genitori che ho cominciato, ma è grazie alla mia passione che ho continuato. 

Cosa significa per te danzare? Cosa provi mentre balli? 

La danza mi alleggerisce la mente e mi riempie il cuore. Ogni movimento è una parola detta in maniera diversa. 

Il corpo, se lo sai usare bene, sa dire cose meravigliose.

Hai partecipato alla tredicesima edizione di Amici, tra l’altro sei stata l’unica ballerina ad approdare al serale. Come definiresti quest’esperienza e cosa ti ha lasciato?

Come negarlo, Amici è stata un’esperienza bella, forte, finita come non avrebbe dovuto. Ma di sicuro è stato il mio trampolino di lancio; quel salto che mi ha convinta a prendere casa a Roma, e fare della mia passione il mio lavoro. 

Devo tanto a Maria, a Luca e a tutto lo staff di Amici. Sono nel mio cuore. 

Un brutto infortunio non ti ha permesso di proseguire la tua avventura dentro la scuola, come hai affrontato la situazione? 

In questi casi purtroppo non puoi fare altrimenti. Sono stata 7 mesi ferma, e poi ho ricominciato più forte di prima. 

Come è cambiata la tua vita dopo aver partecipato ad Amici? Che fai adesso? 

Adesso vivo e lavoro qui a Roma e dove mi porta la valigia. Sono coinvolta spesso in diverse occasioni lavorative, televisive e non. 

Tanti sacrifici mi hanno portata dove sono, dico grazie a tante persone, i miei genitori in primis, ma non devo dimenticare di dire grazie a me stessa. 

Qual è il tuo sogno?

Il mio sogno è espandere i miei orizzonti. Cercare sempre di puntare più in alto e raggiungere ogni obiettivo nella massima lealtà, con impegno e dedizione.

Sei già considerata, dalle giovani ballerine, un esempio da seguire; vorresti dare un consiglio a tutti coloro che vorranno provare ad intraprendere la tua stessa strada? 

Ognuno è diverso, ognuno è speciale a modo suo. Io dico: Volere è Potere. Non è una stupidaggine, è davvero così: inseguite i vostri sogni, credeteci davvero, ma fatelo nel modo più puro al mondo. È bello sentirsi realizzati davvero e arrivare all’apice delle cose solo grazie alle proprie forze. Non lo nego, nella vita ci vuole anche fortuna, ma vi assicuro che quella fa da contorno. Abbiate fede, e mettetecela tutta. Sempre. 

 

[Con la collaborazione di Anastasia Partenope]
Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Andrea Carbonaro

Nato a Catania, il 21/10/96.
Diplomato presso il Liceo Classico "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
Studente presso l'Università degli Studi di Messina, facoltà di Medicina e Chirurgia.

Sempre controcorrente, mai controcuore.