Motorsport: Moto GP- nona vittoria consecutiva di Marquez al Sachsenrign; Formula E- Vergne porta a casa il titolo iridato.

3' di lettura

Moto gp: Marquez stravince e porta a casa la vittoria numero 40 in Moto GP e per il 9° anno di fila fa pole e vittoria al Sachsenring.

La gara incomincia con Lorenzo che brucia Marquez e si porta in prima posizione e tra i due si infila Petrucci. I piloti di testa seguiti da Rossi e da Vinales non spingono troppo per conservare le gomme, ma al 4° giro Marquez supera Petrucci e cerca di sopravanzare Lorenzo. In difficoltà Dovizioso con il suo ritardo dal compagno di squadra di tre decimi. Al 9° giro Rossi si prende la 3° posizione a discapito di Petrucci, mentre Marquez recupera decimi su Lorenzo e al 13° giro lo sorpassa in modo pulito. Il pilota della Ducati perde decimi ed è messo sotto pressione da Rossi, ma riesce a non farsi superare. A 15° giri dal termine ci sono in testa Marquez, Lorenzo, Rossi, Petrucci e Dovizioso. Al 16° giro Lorenzo va largo alla curva 12 e Rossi lo sorpassa, nel frattempo Marquez allunga sempre di più. A meno di 10 giri dal termine, Dovizioso è in grande difficoltà, infatti viene superato sia da Bautista che da Vinales. A 5 giri dal termine Rossi cerca di raggiungere Marquez, ma ha un ritmo irraggiungibile per il pilota italiano, mentre però c’è lotta tra Ducati, quella tra Lorenzo e Petrucci, il pilota spagnolo sbaglia la staccata, va lungo e viene superato. Incomincia di nuovo un calo per Lorenzo, il quale a pochi giri dal termine viene superato da un Vinales che si è risvegliato subito dopo metà gara  ed anche da Bautista. A due giri dal termine Vinales sorpassa Petrucci e porta a casa un meritato podio. Rossi abbassa il suo ritardo di 3 secondi, ma Marquez è troppo veloce e si accontenta di un secondo posto.

Top 10: Marquez (Honda); Rossi (Yamaha); Vinales (Yamaha); Petrucci (Ducati); Bautista (Ducati); Lorenzo (Ducati); Dovizioso (Ducati); Pedrosa (Honda); Zarco (Yamaha); Smith (Ktm).

 

 

Formula E (gara 1): Jean Eric Vergne porta a casa il titolo iridato e lo dedica all’ amico scomparso, Jules Bianchi.

Il francese, che ritorna dalla vittoria della 24h di Le Mans nella categoria LMP2, ha completato una rimonta pazzesca rimontando dalla 20° posizione alle 5° e con Sam Bird che ha chiuso in 9° posizione si è portato a casa il mondiale. L’E-Prix di New York l’ha vinto l’ex campione del mondo di FE, Lucas di Grassi, il quale ha raggiunto il secondo successo consecutivo, completando una rimonta dall’11° posizione. Ha vinto, ma con molta fatica, visto che Daniel Abt gli ha dato filo da torcere, con sorpassi e controsorpassi. Buemi che ritorna dalla vittoria della 24h di Le mans arriva 3°, fa un’ottima gara, ma la sua Renault non tiene testa alle due monoposto tedesche.

Top 10: Di Grassi (Audi); Abt (Audi); Buemi (Renault); Dillmann (Venturi Team); Vergne (Techeetah); Heidfeld (Mahindra); Lotterer Techeetah); Engel (Venturi Team); Bird (DS Virgin); Prost (Renault).

 

 

Formula E (gara2): Vergne chiude in bellezza la stagione vincendo l’ultima gara, ma la sua vittoria non basta e la Techeetah perde il mondiale costruttori.

Vergne porta a casa una splendida vittoria, con mezzo secondo su Lucas di Grassi, ma il suo team perde il titolo costruttori per soli due punti in favore di Audi.

Il pilota francese ha fatto tutto quello che poteva fare. Già alla prima curva è passato dalla terza alla prima posizione ed ha portato a casa la vittoria, battagliando con Di Grassi. Male Andrè Lottere, allo start fa una falsa partenza ed è costretto a 10 secondi di stop e go, ha cercato di rimontare per cercare di battere le Audi nel mondiale costruttori, ma è arrivato soltanto 9°. Buemi poteva far perdere il mondiale ad Audi, superando Abt, ma non c’è riuscito e si è accontentato di un 4° posto. Infine Di Grassi con un secondo posto in questo E-Prix ha strappato la seconda posizione nel mondiale a Bird, complice anche il fatto  che la Ds Vergin del britannico non era all’altezza in quest’ultima gara ed è arrivato 10°.

Top 10: Vergne (Techeetah); Di Grassi (Audi); Abt (Audi); Buemi (Renault); Rosenqvist (Mahindra); Evans (Jaguar); Piquet (Jaguar); Heidfeld (Mahindra); Lotterer (Techeetah); Bird (DS Virgin).

 

 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Carmelo Schillaci

Nato a Cuneo il 15/01/2001. Frequenta il quinto anno del liceo "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
"Gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini"
Giovanni Falcone

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.