Formula 1: disastro Vettel e le Mercedes portano a casa la doppietta nel GP di casa.

2' di lettura

Hamilton compie una strabiliante rimonta e vince il gran premio di Germania,seguito da Bottas e Raikkonen.

La gara inizia con Vettel che parte bene ed comincia a dettare il ritmo, mentre Bottas, Raikkonen e Verstappen mantengono le posizioni.

Hamilton inferocito in 12 giri recupera 8 posizioni e continua a macinare sorpassi. Al 15° giro undercut per Raikkonen ed esce davanti ad Hamilton. Contemporaneamente  c’è un’altra rimonta, quella di Ricciardo, il quale dopo venti giri si è portato in 13° posizione (partiva penultimo).

Dopo 25 giri la top 5 è: Vettel, Bottas, Verstappen, Raikkonen, Hamilton.

Al 29° giro mentre tutti i top team sono entrati per cambiare le gomme,c’è brutta sorpresa per Ricciardo, il quale è costretto al ritiro per problemi alla power unit, la stessa che all’inizio del weekend era stata sostituita in tutta le sue componenti.

Vettel è dietro Raikkonen ,dopo l’ultimo pit stop, e chiede al muretto di far togliere davanti il suo compagno di squadra, perché dietro la sua monoposto le gomme si surriscaldano, e dopo qualche minuto arriva l’ordine di scuderia.

Al 44° giro la  pioggia bagna la curva 6, ed incomincia il putiferio ai box, Alonso, Leclerc e Verstappen montano le gomme intermedie. La pioggia si fa più insistente, bagna le curve 7 e 8, la Toro Rosso azzarda più degli altri e fa montare a Gasly le full wet, una strategia che si rivelerà sbagliata, perché dopo pochi minuti la pioggia finirà di cadere sul Hockenheimring e i piloti che hanno montato le gomme da pioggia rientranno subito ai box.

Al giro 53, Vettel perde aderenza con la sua SF71H e finisce a muro, chiedendo scusa al muretto Ferrari via radio. Punti importantissimi per il mondiale se ne vanno via, un grande regalo per il rivale Hamilton.

Safety car in pista e tutti entrano ai box e montano le ultra soft, si rimischiano le carte e la top 5 è Hamilton, Bottas, Raikkonen, Verstappen e Hulkemberg.

Bottas cerca di impensierire Hamilton, ma il muretto Mercedes gli dice esplicitamente di mantenere le posizioni e il pilota finlandese si accoda dietro il compagno. La gara finisce con una doppietta a sorpresa delle Mercedes nel circuito di casa, in Germania.

Top 10: Hamilton (Mercedes); Bottas (Mercedes); Raikkonen (Ferrari); Verstappen (Red Bull); Hulkenberg (Renault); Grosjean (Haas); Perez (Force India); Ocon (Force India); Ericsson (Sauber – Alfa Romeo); Hartley (Toro Rosso).

Top 5 mondiale piloti: Hamilton (188); Vettel (171); Raikkonen (131); Bottas (122); Ricciardo (106).

Top 5 mondiale costruttori: Mercedes (310); Ferrari (302); Red Bull (211); Renault (80); Force India (59).

 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Carmelo Schillaci

Nato a Cuneo il 15/01/2001. Frequenta il quinto anno del liceo "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
"Gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini"
Giovanni Falcone

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.