A ciascuno il suo teatro

2' di lettura

Caro lettore, non arrenderti. A volte capita di avere voglia di andare a teatro.
Succede proprio così, all’improvviso. Si direbbe un vero e proprio fulmine a ciel sereno.
Nessun sintomo nei giorni prima, nessun preavviso. Alla gente che ti domanda un po’ preoccupata cosa ti stia capitando, rispondi con una certa fierezza <<vado a teatro!>>. E ormai non puoi più tirarti indietro.
Uscendo di casa ti accorgi però che in citta di teatro ce n’è più di uno. Ci sono quelli grandi e alti, quelli stretti e bassi, quelli dritti, quelli storti, quelli noti e quelli di cui nessuno sa niente. Ci sono quelli di cui tutti sanno tutto, quelli che apriranno oggi e quelli che non ce l’hanno fatta più e chiuderanno domani. Ce ne sono alcuni dove gli attori recitano cantando, altri in cui parlano, strillano o non dicono nemmeno una parola. Ci sono teatri che nascondono il palco con un lungo sipario di velluto rosso e altri che sono completamente vuoti, spogli e tetri.
Ma dimmi adesso, tu sai già dove andare o ti senti un po’ smarrito? Qualunque sia la tua risposta, questa piccola guida ti porterà a scoprire che se ogni vino ha il suo calice, ogni genere teatrale predilige un certo tipo di spazio, spesso anche più di uno.

Teatro Stabile di Bolzano

Teatro Stabile

« Non un teatro sperimentale, nemmeno teatro d’eccezione, chiuso in una cerchia d’iniziati. Invece, teatro d’arte, teatro per tutti. »

(Paolo Grassi in occasione della fondazione del Piccolo di Milano nel 1979)

Il teatro stabile opera come “organizzazione teatrale di servizio pubblico”.  Tale organizzazione è strutturata come ente autonomo e le produzioni artistiche privilegiano da un lato gli autori della realtà territoriale dove sorge ciascun teatro, dall’altro gli autori passati e contemporanei del panorama internazionale.

Spazi teatrali contemporanei

Gli spazi teatrali contemporanei ospitano rassegne di opere drammaturgiche contemporanee.

La forma canonica dello spazio teatrale è spesso stravolta. Il palcoscenico non è solitamente presente nella sua forma tradizionale; in alcuni casi è del tutto assente o in continuità diretta con la platea che può anche esserne circondata.

Centro di Culture Contemporanee Zo di Catania – Sala verde
Teatro La Fenice di Venezia

Teatro dell’Opera

Ospita l’allestimento della stagione lirica, del balletto e della stagione sinfonica. Alcuni Teatri dell’Opera sono stati concepiti unicamente per ospitare le stagioni già menzionate; altri possono invece adattarsi ad ospitare altre forme di spettacolo.

Teatro greco / Anfiteatro romano

Oggi vengono impiegati come strutture teatrali all’aperto per varie forme di spettacolo che spaziano dal teatro greco ai concerti sinfonici, dall’opera lirica al balletto ai concerti di cantautori, cantanti e musicisti nazionali e internazionali.

Teatro greco di Siracusa
Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Cristina Cutuli

Nata a Catania il 28.05.1997.
Diplomata al liceo E. Boggio Lera di Catania, oggi studentessa al dipartimento di Lettere moderne di Catania.
Scrive, suona e ama il mare.

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.