Si chiudono le danze

1' di lettura

Si conclude uno degli eventi dell’estate catanese, il Catania Danza giunge alle fine, tantissimi allievi coinvolti da diverse parti d’Italia e d’Europa. Cinque giorni intensi, all’insegna della crescita formativa e della danza, allievi diversi, sfumature diverse, lingue diverse, storie diverse, ma ormai è inutile ribadire che la diversità colora il mondo. Durante il campus le centinaia di allevi coinvolti sono stati osservati, studiati, scrutati per assegnare in fine i premi che il campus offriva, una decina di borse di studio e diverse iscrizioni a concorsi.
Tra le borse di studio più importanti abbiamo quella del Madrid Dance Center vinte da: Marzia Misuraca, Tatyana Montalto, Mirko Spampinato, quella del Deha Ballet vinte da: Carla Fernandez Carrillo e Pablo Armenteros, successivamente quella del Moma di Milano vinta da Iris Zafra a successione la borsa di studio per lo Sharing coreografico con Valerio Longo vinta dalle ballerine : Sara Lopez, Aitana Terrer, Sheila Bareas, in fine la borsa di studio offerta dal Centro Studi Danza lo Schiaccianoci vinta da Sara Flamini.
Il Catania Danza giunge al termine, tanto l’entusiasmo, innumerevole la grinta messa da tutto lo staff del campus, ma soprattutto finisce con un sogno collettivo di allievi e maestri far rinascere la danza, valorizzarla e amare ciò che si fa senza smettere di imparare, si chiude con una promessa e una certezza l’anno prossimo il Catania Danza esisterà di nuovo. Auguro a queste giovane e giovani allievi il meglio all’interno di questo mondo universale che è l’arte, seguite i vostri sogni, l’arte è ribellione e quindi ribellatevi, ribellatevi sempre, perché ribellarsi significa riprendersi la bellezza.
Ringraziamo i direttori artistici Federica Cucè, Alessio Di Natale e Michele Manganaro per aver offerto alla mia persona e a Controverso la possibilità di narrare questi giorni.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Samuele Carcagnolo

Samuele Carcagnolo, 19 anni.
Sono un regista e attore di Catania.
Il mio spettacolo “sogna ragazzo”, dopo circa 20 repliche nella mia Catania, è sbarcato al festival "Talè Talè Talia" di Enna, dove ha vinto il premio della critica "Antonio Meddeo", sono autore di altri testi teatrali.
Sono un amante della poesia e del teatro e con i miei racconti, “ L’amore esiste. Il mio amore esiste” e “ Mia Madre. Una donna”, ho vinto per due anni consecutivi il primo posto narrativa al premio "Stereotipa".
Sono anche impegnato nella vita politica e sociale della mia città.