Il Moulin Rouge: il mulino delle ballerine

2' di lettura

Il Moulin Rouge, è un cabaret situato a Montmartre, Parigi.

L’idea nacque alla fine degli anni ’80 da due uomini d’affari, Joseph Oller e Charles Zidler, che volevano creare il ritrovo notturno tipico dei parigini. Così fu: i borghesi vi si recavano per passare momenti e notti di gioia con  le ragazze, gli artisti, invece, per lasciarsi ispirare. 

Il locale era molto semplice: un mulino dalle grandi pale mobili, completamente rosso. All’interno vi si trovava un’immensa pista di danza dotata di un palchetto. I muri erano ricoperti di specchi affinché riflettessero le luci emesse dai grandi lampadari appesi al soffitto. Dietro il Mulino si trovava un giardino per i giorni di sole nel quale si trova un enorme elefante proveniente dall’esposizione universale del 1889. All’interno dell’animale, una danzatrice del ventre faceva girare la testa ai commensali.

Il Moulin Rouge fu subito padrone di serietà e professionalità, prendendo con sé le più illustri ballerine dell’epoca. 
Cèleste Mogador, una delle più celebri, fu l’inventrice della danza più conosciuta affiliatasi al cabaret: il French Cancan che, prima, prese il nome di Quadrillas. La particolarità del French Cancan, arrivato a noi oggi grazie al londinese Charles Morton, è l’abito di tipo intimo, accompagnato da giarrettiera e una gonna esuberante da far svolazzare.

 

 

Molti furono i celebri artisti che si esibirono lì: da Edith Piaf (La vie en Rose), a Frank Sinatra e Elton John

Il Moulin Rouge, quindi, ha avuto grande successo sin dal principio della sua costruzione e, dopo 129 anni, non perde assolutamente il suo stile seppur la società è cambiata parecchio. Oggi, infatti, continua ad essere il cabaret più conosciuto al mondo e più visitato, ma il pubblico è un po’ più abituato a ciò che, ai tempi d’oro, era definito “scioccante“. Troviamo sempre le solite ballerine che, oltre al semplice show di French Cancan, possono offrire anche uno spettacolo di Burlesque, con abiti succinti e sensuali.
Anche il quartiere, rispetto alla Parigi romantica che tutti conosciamo, cambia totalmente: vi si trovano molti più sexy shop e insegne al neon che rendono il tutto molto più vivace.
Lo spettacolo attuale si chiama féerie ed è composto da quattro scene principali per un totale di 69 brani.

Dunque, se si vuole passare una serata leggera, vivace e gioiosa, il Moulin Rouge è il posto giusto.

 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Anastasia Partenope

Anastasia Partenope, nata il 04/12/2000.
Studentessa al liceo delle scienze umane della provincia di Roma, ballerina alla MBAcademy e cantante con formazione prettamente lirica.