La Vienna del primo ‘900

2' di lettura

Sono i tumulti della psiche quelli che fanno ballare i viennesi del 900.

Il ritmo è quello di un valzer…uno,due, tre. Testa, piedi,cuore.

Per il celebre compositore Schumann ogni valzer lo si può classificare come:

di “testa” se lo sfrecciare delle carrozze non lascia il tempo di raccoglierti;

“di piedi” se  si è trascinati in pista da un continuo saltare e ondeggiare e i “suonatori sono allegri” (sappiamo che è tutto merito di Strauss);

“di cuore” se i valzer sono quelli “dei sognatori, dello struggimento, dei fiori serali e delle figure crepuscolari,dei ricordi della giovinezza amata e di tante altre cose”.

Di sicuro, però,  non categorizzano Klimt e Schiele, artisti e figure di spicco del periodo in cui le arti si distaccano dal passato per creare un’amalgama tra scienze, realtà, emozioni, decoro, sfrontatezza, tenerezza.

“Der kuss” Klimt

Un uomo bacia il viso dell’amata cingendola con un dolce abbraccio, impreziosito da fiori e d’oro. Klimt aggiunge bellezza al bello. Scendiamo dall’iperuranio, però, se focalizziamo l’attenzione sui vestiti dei protagonisti: spermatozoi sull’uomo (le forme rettangolari) e ovociti sulla donna. Bidimensionale è il dipinto, bidimensionale è l’amore raffigurato. Delicato, un fiore. Passionale, caldo, oro.

“La morte e la fanciulla”

È spigoloso l’abbraccio dove si sente soffocare e fa soffocare, Schiele.

Si dipinge come Tanatos, come la morte e dipinge l’amante, Wally, come l’ Eros, l’amore.

Lo sfondo del dipinto non è dorato ma esasperato da volumetriche contorsioni. Nulla sembra in armonia eppure i colori del vestito di Wally  trasmettono un’inusuale calma. Lei non sembra volerlo soffocare ( che eros dia vita alla morte ?)

Wally si appiglia ad una speranza partecipando attivamente ad un abbraccio, l’ultimo con Schiele, che sceglierà il lusso all’amore. Le braccia di Edith Harms gli sembrano più sicure.

Se il valzer della Secessione porta “tante altre cose”, i conflitti mondiali ne tolgono parecchie. Nessuno, però, smette mai di ballare.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Erina Nicolosi

Classe 1998, dopo la maturità classica presso il liceo C. Marchesi di Mascalucia, si iscrive alla facoltà di Scienze biologiche di Catania. E' iscritta all'Istituto Musicale V.Bellini di Catania. Adora la musica i libri e le belle parole