Moto GP: Dovizioso conclude la stagione con una vittoria meritatissima

2' di lettura

Moto GP: Dovizioso interrompe il digiuno di vittorie Ducati a Valencia e conclude la stagione con una vittoria meritatissima. Rins chiude la gara con un’ottima seconda posizione, non ha potuto fare niente contro la Desmosedici e Dovizioso. Espargarò cade nella prima parte di gara, ma riesce a rientrare in pista e grazie alla “seconda gara” chiude in 3° posizione.

La gara parte con l’ottimo spunto di Rins, che supera Vinales e sale in testa, mentre Rossi in un giro guadagna 6 posizioni. Nel giro successivo Rossi ne guadagna altre 3 e Dovizioso si porta in 2° posizione. Al 3° giro Vinales incomincia a perdere posizioni ed Espargarò con la sua KTM si porta in 3° posizione. Marc Marquez risale, e al 4° giro attacca Esargarò e lo sorpassa. Al 8° giro, però Marquez cade e termina non in modo brillante la sua fantastica stagione. La pioggia si fa molto insistente e gli unici che stanno dietro a Rins sono: Dovizioso, Rossi e Vinales. Al 14° giro, la direzione gara sospende la gara per le condizioni meteo avverse, e solo dopo mezz’ora fa riposizionare i piloti sulla griglia di partenza. La “seconda gara” riparte, Rins tiene la posizione sono per il primo giro, fino a quando viene superato da Dovizioso e la top 5 è: Dovizioso, Rins, Rossi, Espargarò e Pedrosa. Dovizioso continua a dettare il ritmo e da 1” e mezzo di gap a Rins, nel frattempo Rossi comincia a trovare un buon feeling con la pista e al 20° giro, supera Rins e conquista la 2° posizione. Ma come nella gara precedente, Rossi cade a 4 giri dal termine e butta via una buona gara, era partito 16° e si ritrovava in 2° posizione. Dovizioso in solitaria con più di 4” da Rins chiuderà la gara in 1° prima posizione, conquistando la 12° vittoria in Moto GP.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Carmelo Schillaci

Nato a Cuneo il 15/01/2001. Frequenta il quinto anno del liceo "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
"Gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini"
Giovanni Falcone