Il Pallone d’Oro e la caduta dell’impero

1' di lettura

È successo. Dopo dieci non vincerà più il Pallone d’Oro uno tra Leo Messi e Cristiano Ronaldo, una diade che ha segnato la storia del calcio mondiale e che rimarrà negli annali per sempre. Messi non ha mai mancato il podio dal 2006 in poi, a discapito di CR7 che non salì sul podio nel 2010.

I tre candidati per l’assegnazione di questo prestigioso premio sono Luka Modric, centrocampista del Real Madrid e della nazionale croata finalista del Mondiale russo, Kylian Mbappé, attaccante del Paris Saint-Germain e della Francia, vincitrice del Mondiale, e infine Raphael Varane, difensore del Real Madrid e dei transalpini. Tre calciatori con caratteristiche e personalità diverse ma meritano sicuramente di essere su questo podio, anche se qualcuno ha criticato la scelta di mettere sul podio un difensore come Varane piuttosto che un attaccante come Griezmann ma questi sono dettagli.

E forse forse il favorito è Varane in quanto ha vinto sia Champions League che Mondiale ma se si deve guardare la carriera, l’esperienza e la tecnica lo vincerebbe a mani basse il croato Modric che merita davvero di raggiungere l’apice della sua vita calcistica con questo premio. Probabilmente il giovane Mbappé tornerà a casa a mani vuote ma di certo ha un futuro da protagonista che lo aspetta nel mondo del calcio.

Una cosa è sicura: questo Pallone d’Oro segna una svolta storica per il calcio.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Gabriele Dimarco

Gabriele,22 anni, italoportoghese e di madrelingua francese. Amo lo sport, e in particolar modo il calcio, sin da piccolo e credo che sia una delle poche cose che riescano ad emozionarmi.
Diplomato presso il liceo classico “Michele Amari” di Giarre, ora studio scienze e lingue per la comunicazione a Catania.