Il punto sul caso Icardi

1' di lettura

Nelle ultime settimane la questione sul rinnovo contrattuale di Mauro Icardi, attaccante argentino dell’Inter, ha preso il sopravvento su ogni altro argomento calcistico.

Innanzitutto bisogna partire dal fatto che il giocatore nerazzurro non gioca dal 9 febbraio e non segna in Serie A dallo scorso 15 dicembre. Motivo? Probabilmente il rinnovo che tarda ad arrivare. Ma questo è solo l’inizio.

Il rapporto tra la società dell’Inter e Mauro Icardi subisce una vera e proprio rottura il 13 febbraio, infatti si decide di togliere la fascia da capitano ad Icardi e assegnarla a Samir Handanovic, portiere della squadra milanese. La motivazione è che i vertici dell’Inter si sono resi conto che qualcosa all’interno dello spogliatoio non andasse come previsto. Ma ciò non esclude che la fascia tolta sia legata al malumore del giocatore. Va aggiunto che le parole della moglie-agente Wanda Nara non hanno aiutato a calmare le acque.

In sostanza al giorno d’oggi tutti sono contro Icardi, l’allenatore Spalletti ha dichiarato che l’attaccante non si è comportato in modo corretto e aspetta che gli passi questo periodo buio ma i risultati della squadra da quando Icardi non è convocato fanno capire che l’Inter non è Icardi-dipendente.

La telenovela Icardi è destinata a continuare. Ma ancora per quanto? Cosa succederà il prossimo anno?

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Gabriele Dimarco

Gabriele,22 anni, italoportoghese e di madrelingua francese. Amo lo sport, e in particolar modo il calcio, sin da piccolo e credo che sia una delle poche cose che riescano ad emozionarmi.
Diplomato presso il liceo classico “Michele Amari” di Giarre, ora studio scienze e lingue per la comunicazione a Catania.