Catania Film Fest: Day 3 con premiazione finale

3' di lettura

Si è aperta in bellezza la terza giornata del Catania Film Fest – Gold Elephant World, alla sua ottava edizione, che ha avuto luogo dal 3 al 6 aprile presso il Cine Teatro Odeon di Catania e il Palace Catania – UNA Esperienze.

In mattinata dalle ore 9 il super ospite Pupi Avati, grande regista italiano, è stato intervistato dai direttori artistici del festival Cateno PiazzaLaura Luchetti ed Emanuele Rauco e ha dialogato col pubblico, prima di ricevere il Premio Speciale alla Carriera “Catania Cinema Europeo”.  

A seguire le proiezioni del primo dei cortometraggi europei in concorso: U Muschittieri” (drammatico, Italia, 2018, 19’) regia di Vito Palumbo; sono intervenuti subito dopo il regista campano insieme a due degli attori, David Coco (che ha ricevuto il Premio Speciale) e Gabriele Provenzano, bambino che interpreta il piccolo Giovanni Falcone. Proprio a questa emblematica figura è dedicato il corto, per mostrare come il magistrato-eroe sia stato in origine <<un bambino come tutti gli altri>> in cui tutti possiamo immedesimarci, che prova a vincere le sue paure, mentre è testimone, insieme ai suoi compagni di scuola, delle prime stragi di mafia e determinato coraggiosamente a fare giustizia. Il fatto che il corto sia stato girato in Puglia anziché in Sicilia testimonia anche la maggiore attenzione e partecipazione della Film Commission di questa regione (Apulia Film Commission) a progetti del genere.

Gli altri non meno interessanti corti europei sono: “The essence of Everything” (thriller, Italia/Gran Bretagna, 2018, 20’) regia di Daniele Barbiero; “Il Mondiale in piazza (commedia, Italia, 2018, 15’) regia di Vito Palmieri; “Aggrappati a me (commedia, Italia, 2018, 20’) regia di Luca Arcidiacono; Negli occhi di Antonio (drammatico, Italia, 2018, 3’), fuori concorso, regia di Davide Catalano.

E’ stato anche presentato il progetto “La legalità come scelta di vita, come base per migliorare la società in cui si vive”, con l’intervento di Rosario Cunsolo (Presidente Associazione Antiracket Antiusura Libera Impresa) e di due insegnanti di una scuola di Adrano che ha aderito al progetto.

A seguire la proiezione del quarto film in concorso “Jellyfish” (drammatico, Gran Bretagna, 2018, 97; v.o. inglese), del regista James Gardner, che è stato intervistato dalla Direzione Artistica e a cui è stato consegnato il Premio Speciale.

Poco dopo le 15:00 sono iniziate le proiezioni degli altri corti europei in concorso: Birthday Candles “Candeline” (drammatico, Italia/Gran Bretagna, 2018, 12’) regia di Asiyat Gamzatova; “Goodbye Marilyn” (animazione, Italia, 2018, 13’) regia di Maria Di Razza; “Il nostro concerto (commedia, Italia, 2018, 15’) regia di Francesco Piras.

Fuori concorso: Il nome che mi hai sempre dato (drammatico, Italia, 2018, 7’), di Giuseppe Alessio Nuzzo e la serie web girata a Catania “Like Me, Like a Joker” (seconda stagione) di Bruno Mirabella. Di quest’ultima sono stati proiettati il trailer e due anticipazioni dai primi due episodi della nuova stagione, uscita a partire dal 26 marzo su Youtube. Sono intervenuti sul palco il regista e showrunner della serie Bruno Mirabella e due membri della troupe, Francesco Foti, costumista e scenografo e Savio Pagano, direttore della fotografia.

Emanuele Rauco intervista la delegazione di “Like Me, Like a Joker” (Francesco Foti, Bruno Mirabella e Savio Pagano)

A seguire la proiezione del quinto film in concorso, “Tulipani, love, honour and a bicycle” (commedia, Paesi Bassi/Italia/Canada, 2018, 90’) del regista olandese premio Oscar 1998 Mike Van Diem, nel cui cast troviamo come nomi italiani di punta Giancarlo Giannini e Giorgio Pasotti. Il regista è stato intervistato insieme al produttore Claudio Bucci. Il film, girato tra Stati Uniti (vicino Detroit), Olanda e Italia (Puglia e riconoscibili scorci della città lucana di Matera) ha trionfato alla premiazione finale avvenuta in serata, vincendo sia il Premio Miglior Film Europeo Gold Elephant World della Giuria di Qualità che quello della Giuria Giovani del Catania Film Fest 2019, mentre Mike Van Diem ha ricevuto il Premio Speciale.

La Giuria di Qualità è composta dall’attrice Anna Ferzetti e dal produttore Roberto Cipullo ed è presieduta dal regista, direttore della fotografia e sceneggiatore Daniele Ciprì, che non ha potuto presenziare alla serata finale, intervenendo in collegamento telefonico; la Giuria Giovani è composta da studenti delle scuole superiori di tutta Italia e universitari e presieduta dal regista Aldo Iuliano.

La serata è stata presentata da Vittoria Marletta ed Emanuele Rauco con gli interventi del Presidente Daniele Urciuolo, del Direttore Artistico e ideatore del festival Cateno Piazza, della regista e Direttrice Artistica Laura Luchetti e di Tatiana Incardone, testimonial del progetto “Donne – l’altra visione”.

Il Premio Miglior Cortometraggio Europeo Gold Elephant World della Giuria Giovani è stato assegnato a “Il nostro concerto” di Francesco Piras mentre “Inanimate” di Lucia Bulgheroni si è aggiudicato il Premio Miglior Cortometraggio Gold Elephant World della Giuria di Qualità.

I registi Mike Van Diem e Francesco Piras ricevono i premi alla cerimonia

Piras ha ricevuto anche il Premio Speciale “Generali”. Altri premi sono stati consegnati a inizio cerimonia all’attore palermitano Alessio Vassallo (visto recentemente in serie quali “Il Giovane Montalbano” e “I Medici”), all’attrice Anna Ferzetti (il cui ultimo lavoro “Domani è un altro giorno” è uscito a febbraio), mentre il Premio Speciale “Regista rivelazione” è stato consegnato a Ciro d’Emilio, per il film fuori concorso “Un giorno all’improvviso” (drammatico, Italia, 2018, 81’). Questa pellicola è stata protagonista della proiezione finale, dalle 22.25: grande interpretazione dell’attrice protagonista Anna Foglietta nel ruolo di una madre mentalmente instabile sostenuta dal figlio in un rapporto altalenante tra speranza di riscatto e difficoltà sociali.

In definitiva passi in avanti per questo interessante evento che si spera possa trovare sempre più riscontri e partecipazione.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •  
Aurora Vannella

Studentessa di Scienze e Lingue per la Comunicazione all'Università di Catania. Appassionata di scrittura, cinema, musica, teatro e impegnata in diversi progetti in questi ambiti e nel Social Media Management.