“Io prima di te”: la delicatezza di un tema complesso

3' di lettura

Vi è mai capitato di sentirvi “diversi” dopo aver incontrato qualcuno? Non stiamo necessariamente parlando di una lunga storia d’amore, ma di un semplice incontro che in qualche modo ha smosso qualcosa dentro di voi.

“Io Prima di Te” (Me Before You) parla proprio di questa “rinascita”, di questa “nuova consapevolezza”. L’adattamento cinematografico, a cura di Thea Sharrok, è uscito nelle sale nel 2016 ed ha commosso milioni di spettatori.

Louisa, la protagonista del romanzo Io prima di te, è una 26enne che ama il suo lavoro da cameriera, attraverso il quale entra in contatto con l’animo delle persone, ed è fidanzata da molti anni con un ragazzo molto preso dai suoi allenamenti, che forse lei sa di non amare più.

Un giorno, improvvisamente, la ragazza perde il lavoro, il locale viene chiuso e lei si trova senza nessun’altra esperienza a doversi cercare un posto per portare soldi a casa. Riesce a trovare un incarico presso una famiglia: deve prendersi cura di Will, un giovane tetraplegico.

Louisa non sa che questo incontro le cambierà la vita. Dapprima il loro rapporto sarà difficile. Lui appare arrogante, la mette in difficoltà e lei non lo sopporta, ma tiene duro per poter aiutare economicamente la sua famiglia in difficoltà.

Con il tempo tra Louisa e Will il legame cambierà, fino a quando la ragazza scopre il motivo per cui è stata assunta: cercare di far cambiare idea a Will che, stanco di stare su una sedia a rotelle senza poter godere più della vita, vuole trovare la morte.

Nel libro la scrittrice Jojo Moyes riesce a trattare l’argomento dell’eutanasia con dolcezza, dando il punto di vista di tutti i protagonisti del libro, per darci la possibilità di riflettere e comprendere.

“Io prima di te” è una di quelle storie che ti entrano dentro. È un insegnamento di vita, un incoraggiamento ad amare indipendentemente da tutto. È un racconto che parla di coraggio, di condivisione e di un amore puro, di quelli che non abbiamo più il coraggio di sostenere. 

Ci parla di due anime che si incontrano e si scontrano per caso, cambiando per sempre le loro vite. 

Lou è una ragazza solare, non esageratamente bella ma intelligente e, soprattutto, buona. Riesce a farsi strada nel cuore freddo e chiuso di Will e renderlo felice come non lo era da tempo. Lou ci insegna che amare gli altri è anche un modo per ritrovare e amare se stessi quando quell’amore è già svanito da un po’. Ci spinge ad amare senza condizioni perché l’amore è capace di rendere migliore ogni vita.

“Bernard: Non puoi cambiare la natura delle persone.

Lou: E allora, uno cosa fa?

Bernard: Le ama.”

Amando Will, Lou riscopre l’amore per se stessa e il coraggio di osare. 

È Will che la sprona a guardare oltre, ad aspettarsi di più dalla vita, ma lo farà solo dopo avere aperto a lei gli occhi, e lui il suo cuore chiuso e ferito.

È una storia semplice e complicata allo stesso tempo: semplice poiché si fonda sull’essenzialità di emozioni pure, ma complicata nel mettere in gioco tematiche gravi e profonde che esortano alla riflessione: l’attaccamento alla vita, la necessità di conservare l’ottimismo, la possibilità di risollevarsi dopo un trauma e ritrovare la speranza, la fiducia incondizionata nel rapporto con gli altri. “Hai soltanto una vita. Ed è tuo dovere fare di tutto per viverla pienamente”: nelle parole di Will è contenuto forse il messaggio più autentico del film, che è un’esortazione ad afferrare il significato vero della vita e ad armarsi di forza e di ostinazione per raggiungere la realizzazione e soddisfare gli obiettivi più alti.

“Io prima di te”, infine, ci insegna ad amare ma anche a lasciare andare. Ci insegna a mettere la persona che si ama prima di tutto, anche prima della propria felicità e della propria vita. Ci insegna che l’amore è perdonare e perdonarsi e che bisogna sempre avere il coraggio e la forza di rischiare. Ci insegna quanto l’amore può cambiarci e a non smettere mai di credere e sperare perché tutto accade per una ragione. E tutti, prima o poi, ci scontreremo contro quel qualcosa che, con prepotenza ci stravolgerà la vita e ci insegnerà a viverla pienamente.

“Vivi con audacia, Clark. Metticela tutta. Non ti accontentare. Indossa le tue calze a righe con orgoglio. Sapere che hai ancora delle possibilità è un lusso. Sapere che forse sono stato io a dartele è stato un sollievo per me. Ecco, questo è quanto. Sei scolpita nel mio cuore Clark. Lo sei stata dal primo giorno in cui sei entrata con il tuo sorriso dolce quei vestiti ridicoli. Le battute pietose e la capacità di nascondere ogni tua minima emozione. Non pensarmi troppo spesso, non voglio che tu stia triste. Vivi bene, semplicemente vivi, io sarò al tuo fianco ad ogni passo. Con amore, Will”.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •