“Starry Night”: la lunga notte degli Oscar 2020

2' di lettura

È finalmente arrivata la sfarzosa e scintillante notte degli Oscar 2020. Subito dopo il festival di Sanremo, a tenere gli italiani svegli tutta la notte c’è stata la grandissima cerimonia che ha visto premiati moltissimi grandi artisti. 

Questo 2020 si era già dimostrato rivoluzionario per molti versi, soprattutto nel mondo dello spettacolo, ma anche ieri notte ha confermato che si respira davvero aria di cambiamento. A vincere il riconoscimento come miglior film è stata una pellicola straniera (“Parasite”) in lingua non inglese, per la prima volta nella storia degli Oscar. Tra le tante nomination per questa categoria, è stato scelto il film del regista Bong Joon-ho che,  nella sua lingua originale, ha ringraziato di cuore, con un bellissimo discorso, tutti i registi che lo hanno ispirato come Martin Scorsese e Quentin Tarantino, dicendo: “Desidererei tanto avere una motosega per poter dividere l’Oscar in parte con voi”. Dopo il meraviglioso discorso, il regista coreano è riuscito a salire su quel palco altre tre volte nel corso della serata, vincendo i seguenti premi: miglior regista, miglior film straniero e migliore sceneggiatura originale. 

Oltre al regista coreano, grandissimi complimenti vanno anche a Brad Pitt e Joaquin Phoenix, che hanno vinto rispettivamente i premi per miglior attore non protagonista e miglior attore. Sia la performance di Pitt che la performance di Phoenix hanno lasciato un segno nel cuore di tutti coloro i quali hanno visto i film da loro recitati, ed è per questo che siamo tutti felici per la loro vittoria. Iconico l’abbraccio tra Brad Pitt e Leonardo DiCaprio, che proprio grazie al film per cui il primo è stato premiato hanno stretto un’amicizia indissolubile e davvero potente. Un grandissimo applauso anche a Renée Zellweger, che è stata premiata come miglior attrice per la sua interpretazione nel film “Judy”. Questa lunga notte ha quindi portato tante soddisfazioni, sia per tutti i fan che speravano di vedere premiati i loro attori e film preferiti, sia per tutti coloro che aspettavano di ricevere l’onorificenza. 

Nonostante la notte sia contrassegnata dall’oro e dallo scintillio, vi sono stati comunque un paio di aspetti negativi che il pubblico ha rilevato. In particolare, l’opinione pubblica ha evidenziato la mancanza di vincitori neri e la mancanza di candidature di registe donne al premio miglior regista. Il che è effettivamente vero, ma siamo molto fiduciosi che dopo tutti i passi avanti che sono stati compiuti negli ambiti più disparati, si riuscirà, anche per questo, a non rimanere per sempre un passo indietro.

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •