“Catania Book May”: la rassegna virtuale del Catania Book Festival

2' di lettura

Avrà inizio, giorno 9 Maggio alle ore 16:00, la rassegna letteraria “Catania Book May”, voluta dagli organizzatori del “Catania Book Festival”. Quest’ultimo si sarebbe dovuto svolgere proprio in questi giorni, a grande chiusura della serie di incontri preparatori svoltisi a Settembre e Ottobre (i cd. “Catania Book Days”, che a suo tempo abbiamo peraltro seguito con piacere).

Si tratterà di una rassegna stimolante e variegata, alla quale si potrà comodamente partecipare attraverso il banale utilizzo del proprio smartphone, poiché si svolgerà interamente attraverso lo strumento della diretta Instagram. Gli incontri si concentreranno nei fine settimana del mese di Maggio, e vedranno ospiti afferenti ai più svariati ambiti culturali: dal giornalismo, e alla relativa ed eventuale vignettistica, alla storia dell’arte; passando per la narrativa in generale (rispetto alla quale segnaliamo l’incontro con Paola Zannoner, già vincitrice del Premio Strega), ai racconti per ragazzi e al confronto con il portavoce UNICEF Italia. Il calendario esatto della rassegna è facilmente fruibile sul sito del Catania Book Festival o, in via ancora più immediata, sulla loro pagina Facebook. 

Tra l’altro, specifichiamo inoltre che il “Catania Book May” è entrato ufficialmente a far parte degli eventi nazionali de “IlMaggioDeiLibri”, la campagna che, nata nel 2011, si pone l’obiettivo di rileggere il concetto di libri e lettura in un’ottica più innovativa, al di fuori dunque dei normali contesti di riferimento, e ciò attraverso un coinvolgimento capillare di enti locali, scuole, librerie, festival, editori e associazioni culturali su tutto il territorio nazionale e non solo. 

Il Festival vero e proprio, invece, di cui può definirsi “papà” Simone Dei Pieri, si svolgerà nella nostra città, presso l’Istituto Ardizzone Gioeni, in data 8, 9 e 10 Ottobre 2020, e vedrà protagonista un programma ricco e articolato, scandito da ospiti, incontri, dibattiti, laboratori, mostre ed esibizioni; il tutto riferibile a numerose aree tematiche, in grado di interessare un pubblico quanto più eterogeneo e vasto possibile. Tra queste, citiamo la narrativa, la poesia, la storia e saggistica, il graphic novel, lo sport e molto altro ancora. 

Insomma, l’augurio è quello di poter riportare a Catania la cultura in tutte le sue declinazioni, e ricordare così, in primis a noi stessi, che la nostra è una città che ha molto, moltissimo da dare. 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
  •