MOTORSPORT: F1,VITTORIA DI RICCIARDO CON LA RED BULL IN CINA; FORMULA E, SAM BIRD CON LA DS VIRGIN DOMINA; SUPERBIKE, VITTORIA STREPITOSA DI CHARLES DAVIES SU DUCATI

3' di lettura

Nella terza gara della stagione, la strategia Red Bull ha la meglio e sorprende Ferrari e Mercedes con la conseguente vittoria di Daniel Ricciardo. Dietro di lui  Valterri Bottas e Kimi Raikkonen. La gara è incominciata con un’ astuta partenza di Vettel che ha chiuso Raikkonen e gli altri, ma il pilota finlandese si è fatto sfilare la posizione dal suo connazionale Bottas. A metà gara l’ottima strategia Mercedes ha fatto si’ che Bottas superasse Vettel dopo il suo rientro ai box, grazie ad un undercut. La gara del 4 volte campione del mondo tedesco è stata rovinata nel finale da un contatto con Max Verstappen. Infine ha chiuso la gara con un misero settimo posto. Il pilota olandese della Red Bull è stato penalizzato con ben 10’’ di penalità ed ha chiuso la gara dietro Vettel. Raikkonen è stato sfruttato dal muretto Ferrari come tappo per Bottas, dopo il sorpasso su Vettel, ma il pilota della Mercedes lo ha superato senza troppi problemi. Infine ha chiuso la gara al terzo posto, grazie ad una safety car ed anche alla gara sfortunata del suo compagno di scuderia. Grandissima gara per Daniel Ricciardo che chiude la gara con una vittoria, complice anche la safety car e l’ottima strategia Red Bull, che lo ha fatto rientrare e mandato in pista con una mescola più morbida dei suoi rivali. Hamilton ha concluso la gara dicendo che non si trova a disagio, infatti già dalle qualifiche si vedeva la difficoltà delle Mercedes, soprattutto sul pilota inglese. Chiude la gara con un quarto posto.

Ordine di arrivo: 1 Daniel Ricciardo Red Bull-Tag Heuer 1:35:36.380; 2 Valtteri Bottas Mercedes +8.894s; 3 Kimi Raikkonen Ferrari +9.637s; 4 Lewis Hamilton Mercedes +16.985s; 5 Max Verstappen Red Bull-Tag Heuer +20.436s (penalizzato di 10 secondi); 6 Nico Hulkenberg Renault +21.052s; 7 Fernando Alonso McLaren-Renault +30.639s; 8 Sebastian Vettel Ferrari +35.286s; 9 Carlos Sainz Renault +35.763s; 10 Kevin Magnussen;Haas-Ferrari +39.594s; 11 Esteban Ocon Force India-Mercedes +44.050s; 12 Sergio Perez Force India-Mercedes +44.725s;13 Stoffel Vandoorne McLaren-Renault +49.373s; 14 Lance Stroll Williams-Mercedes +55.490s; 15 Sergey Sirotkin Williams-Mercedes +58.241s; 16 Marcus Ericsson Sauber-Ferrari +62.604s; 17 Romain Grosjean Haas-Ferrari +65.296s; 18 Pierre Gasly Toro Rosso-Honda +66.330s; 19 Charles Leclerc Sauber-Ferrari +82.575s
ritiri: Brendon Hartley Toro Rosso-Honda

 

 

Formula E: si è corso il primo GP di Formula E in Italia, a Roma con un’ entusiasta Virginia Raggi, sindaco di Roma che ha commentato: “il gp a Roma andrà avanti per molti anni”.  Il Gran Premio lo vince Sam Bird su Ds Virgin, seguito da Di Grassi su Audi e Lotterer su Techeetah. “è stata una gara difficile” ha commentato il vincitore della gara, combattuta sul filo dell’ energia rimasta nelle batterie, ma alla fine Bird ha gestito tutto al meglio. Di Grassi ha compiuto sorpassi spettacolari in punti impossibili. Fuori dal podio i favoriti Vergne su Techeetah e Buemi su Renault. Tutto si è deciso nel finale con Bird, Evans e Di Grassi che erano in battaglia vera per conquistare il titolo dell’ E-Prix di Roma. Alla tornata numero 28, Di Grassi è il più veloce in pista. Approfittando della lotta dei tre di testa, Lotterer si avvicina al gruppo dei leader: si profila un finale a quattro. Al passaggio numero 30, Bird sembra riuscire ad allungare e mette tra sé e Evans un secondo e quattro decimi. Gli altri tre restano vicinissimi e si infastidiscono a vicenda,regalando un grande spettacolo agli spettatori. Al giro 31, Di Grassi sorpassa Evans. Una curva più tardi, Lotterer fa lo stesso ma questa volta Evans risponde e si riprende il piazzamento. I due, un giro più tardi, si toccano nell’ennesima bagarre. Inizia il giro numero 33: Bird è davanti a tutti, Di Grassi è distante solo mezzo secondo dall’inglese. Lotterer riesce a superare Evans. Di Grassi è sempre più vicino a Bird ma il traguardo arriva e l’inglese della DS Virgin Racing riesce a guadagnare il gradino più alto del podio.                                          A fine gara ha commentato anche De Laurentiis con: “ il prossimo anno gara di elettriche anche a Napoli”.

 

Superbike: in gara 1 Jonathan Rea vince con la Kavasaki, seguito dalle Ducati di Chaz Davies e Xavi Fores. Soltanto quarto e sesto Marco Melandri  e Tom Sykes. Le Ducati hanno dominato per più di metà gara, ma si sono dovute piegare davanti a Rea, complice i conflitti in gara tra i piloti della casa di Borgo Panigale. Ottimo debutto per Micheal Rinaldi che chiude ottavo, male le Aprilia con Davide Giugliano tredicesimo e Lorenzo Savadori quindicesimo.

Ordine di arrivo: Rea;Davies;Fores;Melandri;Van Den Mark; Sykes; Lowes; Rinaldi; Razgatlioglu; Ramos; Baz; Gagne; Giugliano; Hernandez;Savadori; Jacobsen; Jezek. Ritiri: Mercado; Torres; Camier.

In gara 2, Charles Davies batte Jonathan Rea, chiude il podio Marco Melandri. Le Ducati tengono in vita il sogno mondiale grazie a questa splendida gara con Davies a -12 e Melandri a -18. La gara è stata entusiasmante con i due piloti della Ducati e Rea che si sono contesi la vittoria fino all’ultimo giro. L’altra Kavasaki di Sykes, sesta e settimo Rinaldi. Un’ ottima posizione per la Mv Augusta di Torres con un ottavo posto, solo decimo Savadori con L’Aprilia.

Ordine di arrivo: Davies; Rea; Melandri; Lowes; Van De Mark; Sykes; Rinaldi; Torres; Razgatliogli; Savadori; Ramos; Gagne; Mercado; Jacobsen; Baz, Hernandez; Jezek; Leonov; Giugliano. Ritiri: Fores

 

 

Mostra il tuo sostegno con un "Mi Piace"!
Carmelo Schillaci

Nato a Cuneo il 15/01/2001. Frequenta il quinto anno del liceo "Concetto Marchesi" di Mascalucia.
"Gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini"
Giovanni Falcone

Un commento ci fa sempre piacere!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.